Covid-19, Castaldi: "Legge Cura Abruzzo priva di coperture"

"Non sono in vena di polemiche, dico soltanto che forse con un maggiore dialogo fra le diverse istituzioni, certe "sviste" si sarebbero potute evitare"

Politica
sabato 06 giugno 2020
di La Redazione
Castaldi
Castaldi © Web

ABRUZZO. "Mi dispiace constatare che fra le leggi impugnate dal Cdm ce ne sia una della Regione Abruzzo. Soprattutto perché si tratta di una legge, come è scritto al primo articolo, che ha come finalità quella di prevedere "misure straordinarie di contrasto alla grave crisi socio-economica" causata dal Coronavirus. E proprio in una legge così importante ci si dimentica, a norma dell'art. 81 della Costituzione, di prevedere adeguate coperture finanziarie?

Non sono in vena di polemiche, dico soltanto che forse con un maggiore dialogo fra le diverse istituzioni, in particolare fra Regioni e Governo, certe "sviste" si sarebbero potute evitare: invece, non sempre ma a volte, ha vinto la tentazione di voler fare da soli e in ordine sparso, per poter dire di aver agito meglio del Governo.

Mi auguro che questo dialogo migliori in futuro, da parte mia la disponibilità c'è sempre stata e sempre ci sarà."

Ad affermarlo è il senatore Gianluca Castaldi.