Ad un anno dalla chiusura il sovrappasso è ancora chiuso

Politica
San Salvo venerdì 16 agosto 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Ad un anno dalla chiusura il sovrappasso è ancora chiuso
Ad un anno dalla chiusura il sovrappasso è ancora chiuso © SanSalvoWeb

SAN SALVO. Con un comunicato stampa il Pd, rimarca i ritardi della manutenzione del socrappasso sulla statale 16 chiuso un anno fa.

"Ad un anno dalla chiusura (per l’esattezza ricade domani 17 agosto) resta ancora interdetto il sovrappasso comunale sulla Strada Statale 16 quello a confine con il Molise che collega la Marina di San Salvo all’interno cittadino del complesso ICEA. Una chiusura che era stata disposta dopo le scosse di terremoto del 14 e del 16 agosto dello scorso anno volta a verificare lo stato e la consistenza della struttura, ma che in sede di assise civica (25 settembre 2018) l’assessore ai Lavori Pubblici Maria Travaglini - a seguito dell’interpellanza dei consiglieri del Pd Gennaro Luciano, Antonio Boschetti e Gianni Mariotti - aveva sottolineato che la sua chiusura non era stata determinata dallo sciame sismico ma dal cattivo stato manutentivo in cui versava. Pavimentazione sconnessa e ancoraggio instabile della ringhiera. Questo quanto rilevato dai tecnici dell'Anas e del Comune di San Salvo e dai Vigili del Fuoco. Un cattivo stato manutentivo che, come affermato sempre dal vicesindaco Travaglini, necessitava di una “urgente manutenzione ordinaria con il ripristino della pavimentazione esistente e dell’ancoraggio della ringhiera”. “Non appena possibile l’amministrazione comunale provvederà a questi lavori in modo da riaprire quanto prima il sovrappasso e renderlo utilizzabile". Questo è quanto aveva aggiunto. Ma ad un anno dalla chiusura il sovrappasso è ancora interdetto al passaggio. Invitiamo pertanto l'Amministrazione comunale a provvedere quanto prima al ripristino del sovrappasso pedonale e cogliamo l'occasione per sapere quali sono le motivazioni per le quali ad un anno dalla chiusura, i suddetti lavori, clasificati come "urgenti", non sono ancora avvenuti".