Civeta, sindaco Magnacca: lavoriamo tutti insieme

Politica
San Salvo venerdì 14 settembre 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Discarica Civeta
Discarica Civeta © Antonia Schiavarelli

SAN SALVO. Le nuove iniziative messe in campo dal Comune di San Salvo, non certo da ieri, attengono alla richiesta della Commissione Regionale di Vigilanza e alla convocazione dei comuni proprietari dell'impianto (Cupello, Vasto, Casalbordino, Villalfonsina, Scerni e Pollutri) per decidere azioni comuni e realmente incisive.

Credo che a poco servano le iniziative di mera facciata, non in grado di essere incisive e di natura meramente propagandistiche in vista della futura campagna elettorale.

Vorrei ricordare soprattutto al mio caro amico Olivieri che a causare questa situazione è stata la giunta di centrosinistra che egli ha appoggiato e i cui provvedimenti ha votato fino a ieri, mentre alcuni sindaci, tra cui il collega Di Giacomo, avvertivano il presidente D’Alfonso dell'uso strumentale del commissariamento e delle derive che avrebbero avuto per il nostro territorio.

Non condivido nulla di ciò che si sta facendo con l'impianto di proprietà dei comuni il quale, pur essendo ancora proprietari, sono stati estromessi da ogni decisione circa il futuro.

Quanto sta accadendo è quantomeno opaco e poco chiaro sia nei rapporti con gli altri enti sia rispetto ai rifiuti in ingresso.

Ritengo altresì che gli incendi degli scorsi mesi non siano frutto del caso e gettano ombre inquietanti su quanto sta accadendo nell’impianto.

Mi sembra che la giunta di centrosinistra sinistra molto abbia fatto per rendere il territorio di Cupello territorio di conquista da parte di chi intravede nella gestione dei rifiuti grandi affari.

Alcuni sindaci si sono mossi in epoca insospettabile e continuano a farlo anche senza comunicati.