“Metafisica | L’io nello spazio” a Pescara la mostra con Piero Geminelli

Inaugurata la mostra sostenuta da Metamer

Flash News
San Salvo mercoledì 11 luglio 2018
di La Redazione
Gli artisti partecipanti al Venissage
Gli artisti partecipanti al Venissage © comune di Pescara

PESCARA. E’ stata inaugurata sabato al Circolo Aternino di Pescara la mostra fotografica “Metafisica | L’io nello spazio”, a cura di Martina Lolli, organizzata in collaborazione con l’assessorato alla cultura di Pescara.

Si tratta di un’esposizione collettiva che raccoglie cinque artisti da tutta Italia: Emanuela Amadio, Michele Berlingeri, Fabio Cameli, Simona De Marchis e Piero Geminelli.

Main sponsor del progetto è Metamer, da sempre promotore del territorio e sostenitore di molteplici iniziative che puntino alla valorizzazione di tutto ciò che è cultura. “Siamo partner di questo evento perché la nostra azienda non prescinde dalla responsabilità sociale di impresa”, conclude Michael Rossi Metamer, fra i sostenitori dell’evento, “che ci vede impegnati nel portare al territorio benessere e la mostra va considerata un’occasione di crescita culturale, sociale e di responsabilità per noi e per tutti”.

La tematica che lega gli artisti è la ricerca di un nuovo modo di abitare lo spazio quotidiano attraverso le sue molteplici sfaccettature: l’architettura, il transito, il paesaggio interiorizzato, le suggestioni visive che è possibile raccogliere durante una flanerie in città, la consistenza e l’onirismo delle periferie urbane.

La mostra nasce dalle suggestioni donate da Georges Perec: "Vorrei che esistessero luoghi stabili, immobili, intangibili, mai toccati e quasi intoccabili, immutabili, radicati (...)".
I progetti proposti dagli artisti suggeriscono modi alternativi di vivere lo spazio, tornando ad abitarlo con il corpo ma soprattutto con la mente.

Al vernissage era presente Andrea Brancaleoni, sindaco di Tresigallo, la città che ha ispirato molte opere di Giorgio De Chirico, l’assessore alla cultura del comune di Pescara, Giovanni Di Iacovo e l’assessore regionale alle politiche sociali, Marinella Sclocco.
La mostra resterà aperta fino al 21 luglio.