Aggressione a Vasto, tentano di derubarlo e lo picchiano con violenza

L'uomo aggredito: "Mi hanno minacciato di morte se non gli consegnavo il mio portamonete"

Cronaca
San Salvo giovedì 15 novembre 2018
di Federico Cosenza
Più informazioni su
Auto carabinieri e polizia (foto d'archivio)
Auto carabinieri e polizia (foto d'archivio) © Vastoweb

VASTO. Mette i brividi il racconto di P.G., l'uomo che è stato aggredito brutalmente ieri sera a Vasto da due persone incapucciate. E' successo, intorno alle 21, tra via Santa Lucia e via San Camillo De Lellis. La vittima è un 46enne che abita nelle vicinanze e che spesso percorre quella strada, che si stava recando in centro ad un incontro religioso, quando è stato avvicinato da due sconosciuti.

"Mi hanno minacciato di morte se non gli consegnavo il mio portafogli - racconta l'uomo a Vastoweb ancora sotto choc- io mi sono rifiutato e sono stato aggredito con una violenza inaudita. Pugni e poi calci al volto dopo che sono caduto a terra. Urlando sono riuscito a divincolarmi e a fuggire. Una signora ha visto tutto dal balcone e ha chiamato la Polizia. Io sono andato subito in pronto soccorso dove mi è stata riscontrata la frattura del setto nasale, lesioni ed escoriazioni varie. Dovrò fare una visita otorinolaringoiatrica, per ora la prognosi è di 20 giorni. Nella colluttazione ho perso le chiavi di casa che mi sono state restituite dagli agenti, i quali le hanno recuperate sul luogo dell'aggressione. Sono stato in Commissariato per fare denuncia e nelle prossime ore ci tornerò nuovamente. Una esperienza terrificante, non la auguro a nessuno".

Il tremendo episodio è accaduto a due passi dalla sede della Guardia di Finanza di Vasto.