​Giampaolo: “Progettiamo insieme soluzioni a misura di carrozzelle e passeggini”

Attualità
San Salvo giovedì 15 agosto 2019
di Maria Napolitano
Più informazioni su
​Giampaolo: “Progettiamo insieme soluzioni a misura di carrozzelle e passeggini”
​Giampaolo: “Progettiamo insieme soluzioni a misura di carrozzelle e passeggini” © SanSalvoWeb

SAN SALVO. La libertà di muoversi non è per niente qualcosa di scontato anche se ai più può sembrare la cosa più ovvia al mondo. Ma ci sono delle circostanze che costringono a doversi muovere su una carrozzella e spostarsi da un posto all’altro, seppur di pochi centimetri, può diventare estremamente complicato. E queste spesso sono le stesse difficoltà che si trovano ad affrontare le mamme che portano i figli su dei passeggini.

Ogni città che si rispetti dovrebbe essere progettata a misura di carrozzelle e passeggini. Ma questo non sempre è possibile perché ci possono essere delle situazioni preesistenti che possono ostacolare l’abbattimento delle barriere ma in ogni caso sempre e ovunque si possono trovare delle soluzioni che riescano a creare dei buoni compromessi.

Per trovare le soluzioni migliori bisogna calarsi nei panni di chi vive una difficoltà oggettiva, cercare di anticipare i suoi bisogni e offrire e/o modulare dei servizi adeguati.

Riportiamo di seguito la difficoltà che incontra un cittadino di San Salvo, Giampaolo Gatti per andare al mare, postato sulla pagina Facebook del gruppo "Sei di San Salvo se..."

“Cari concittadini ed amici di S.Salvo volevo portare alla vostra attenzione una cosa a cui penso da qualche settimana! Per chi non dovrebbe conoscermi personalmente, voglio sottolineare che sono un ragazzo con una disabilità motoria e ho bisogno di una carrozzella per muovermi.

Durante l'estate, per scendere alla marina, prendo regolarmente l'autobus. C'è solo un problema, ovvero, nel tratto compreso tra l’Hotel Milano e la Caravella, non posso scendere dal mezzo, perché, nel tratto sopracitato ci sono si le fermate, ma c'è la siepe che non mi permette (rebbe) di scendere agilmente!

Mi preme sottolineare che la mia non vuole essere affatto una polemica, ma vorrei far presente il problema all'Amministrazione Comunale tutta, e con il loro aiuto magari studiare una possibile soluzione al problema logistico che ovviamente non riguarda solo me come disabile, ma potrebbe esserlo anche per mamme col passeggino. So, altresì che non si dispone di una bacchetta magica e che non si risolve(rebbe) tutto in quattro e quattr'otto ma magari possiamo, plurale majestatis, iniziare a pensare ad una soluzione! C'è sempre qualcosa da fare e da cambiare, l'importante è iniziare a fare.

Buon ferragosto a tutti”