Riaperta al culto e intitolata alla Madonna Addolorata l'antica chiesa di San Nicola

Il 30 maggio 2019 l'antica chiesa di San Nicola è stata riaperta al culto dei fedeli dal parroco don Beniamino Di Renzo.

Attualità
venerdì 31 maggio 2019
di Maria Napolitano
Più informazioni su
Riaperta a culto e intitolata alla Madonna Addolorata l' antica chiesa di San Nicola
Riaperta a culto e intitolata alla Madonna Addolorata l' antica chiesa di San Nicola © Simone Colameo

SAN SALVO.Il 30 maggio 2019 è stata una data storica per la città di San Salvo. L’antica chiesa del XVII secolo, sita in corso Garibaldi, dedicata al santo vescovo di Myra, con una celebrazione semplice e festosa, è stata riaperta al culto.

Le celebrazione è iniziata nella chiesa parrocchiale, quasi a ripercorrere all'indietro la storia della parrocchia tornando là dove tutto è iniziato: l'antica chiesa di san Nicola, nata come semplice cappella rurale e successivamente inglobata nel centro abitato, poi elevata a sede provvisoria della nuova omonima parrocchia nel 1973.

Cantando le litanie dei santi e seguendo la Croce astile, i ministranti, i fedeli e il parroco, si sono avviati in una breve e intensa processione verso l'antica chiesa. Giunti davanti alla facciata, dopo aver intonato il responsorio "Apritemi le porte della Giustizia, entrerò a rendere grazie al Signore" (sal 117), il parroco don Beniamino Di Renzo, ha bussato tre volte con l'asta della croce sul portone fino a quel momento sbarrato e che subito dopo è stato spalancato. Di seguito, il parroco con i mano la croce seguito dai fedeli, è entrato nella chiesa ripristinata. Una chiesa che ufficialmente non è mai stata sconsacrata, per tale motivo don Beniamino ha semplicemente asperso con l'acqua benedetta i fedeli e le mura all'inizio della messa.

Appena prima dell' Offertorio è stato benedetto il nuovo altare, realizzato con un grande tronco "donato" dal mare e poi intagliato e trattato dai mastri falegnami della comunità Papa Giovanni XXIII di don Oreste Benzi presenti a Vasto. Tra le mani che hanno realizzato l'opera ci sono anche quelle di un giovane musulmano che ha donato il suo servizio artistico pur sapendo che stava realizzando un altare cattolico.

Al termine della celebrazione, oltre ai ringraziamenti, don Beniamino ha invitato i fedeli a non definire la chiesa "vecchia" ma "antica" proprio a sottolineare la sua importanza storica e artistica, annunciando inoltre la decisione di intitolarla alla Vergine Maria Addolorata, perché possa essere un luogo intimo e raccolto dove ognuno possa sentirsi accolto e consolato da Cristo Crocifisso e Risorto, sostando in preghiera con Maria, "donna forte" sotto la Croce di suo Figlio.

Presenti all'inaugurazione anche don Raimondo, parroco della chiesa madre di San Giuseppe, don Gianfranco Travaglini, sacerdote di origine sansalvese, parroco della cattedrale di San Giuseppe a Vasto e gli assessori Maria Travaglini e Giancarlo Lippis in rappresentanza dell'Amministrazione Comunale di San Salvo.