Montenero a tavola, ritorna un evento che ha fatto storia

Attualità
San Salvo venerdì 17 maggio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
L'inaugurazione di ieri mattina
L'inaugurazione di ieri mattina © Termolionline.it

MONTENERO DI BISACCIA. E’ stata inaugurata nella mattinata di ieri l’edizione di un nuovo esordio della rassegna Montenero a tavola. Dopo alcuni anni di assenza, torna uno degli appuntamenti che hanno segnato la storia dell'enogastronomia montenerese e della tradizionale valorizzazione dei prodotti tipici locali. Grazie alla collaborazione di numerose associazioni locali e regionali e al fondamentale contributo organizzativo della Pro Loco Frentana, infatti, la piazza centrale e la villa comunale diMontenero di Bisaccia ospitano ieri e oggi l'evento denominato "Montenero a Tavola 2019": una fiera con stand espositivi dedicati al settore enogastronomico, un convegno, un pasta-party, degustazione guidate di prodotti tipici locali, di vini e di birre artigianali, oltre alla musica dal vivo, fanno da sfondo ad una manifestazione molto importante, che si svolge nell'ambito dei solenni festeggiamenti della Beata Vergine Maria di Bisaccia e di San Nicola di Bari.

L'evento ha avuto inizio alle ore 10 di ieri, presso la sala consiliare in Piazza della Libertà, con il convegno intitolato "Alimentazione e Territorio", a cura dell'assessorato comunale alla Cultura e al Turismo; a seguire ci sarà l'apertura di "Montenero a Tavola Expo 2019", con stand espositivi allestiti all'interno della Villa Comunale, tra i quali potranno essere degustati prodotti tipici locali, vini e birre artigianali; alle ore 13, tutti gli intervenuti si sono potuti deliziare con un "Pasta Party" inaugurale, a cura degli allievi dell'Istituto Professionale di Stato per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera "Federico Di Svevia" di Termoli: il tema della degustazione sarà "Il piatto della tradizione, alla ricerca della ricetta antica". Nel pomeriggio gli stand espositivi aperti dalle ore 17 alle ore 24, mentre alle ore 18 presso la Sala Consiliare, "Laboratori del Gusto", con degustazioni guidate in collaborazione con l'Associazione Gusto dei Sensi. A conclusione della prima giornata, alle ore 22, spettacolo musicale con la cover band ufficiale dei Pooh "I Palasport".Stamani, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 17 alle 24, riaprono gli stand di "Montenero a Tavola Expo 2019". Alle ore 18 e alle ore 19 ci saranno i "Laboratori del Gusto", con degustazioni guidate in collaborazione con l'Associazione Gusto dei Sensi, mentre alle ore 22, a conclusione della manifestazione, si terranno spettacoli musicali con le band locali "I Vintage" e i "Luppolovers". «Montenero a Tavola 2019 - dichiarano l'assessore alla Cultura e al Turismo Massimo Di Stefano e il sindaco Nicola Travaglini - ha come obiettivo primario la valorizzazione del territorio e delle sue risorse culturali, turistiche ed enogastronomiche locali e regionali. Il nostro paese è noto in Molise e nel resto d'Italia per il suo mare, per la bellezza del suo Borgo Antico, per le grotte antichissime che ospitano un impareggiabile Presepe Vivente e per un territorio ricco di storia e tradizioni; nel corso degli anni, però, i turisti sono stati attratti sempre di più dai tanti prodotti gastronomici, enologici ed oleari locali, con in testa l'ormai famosa Ventricina. Questo salume ha infatti ricevuto notevoli apprezzamenti in numerose occasioni nazionali ed internazionali, come la Borsa Internazionale del Turismo 2019 tenutasi a Milano, superando in consensi molti salumi ben più noti sul panorama nazionale. Per tale ragione, seguendo l'intuito di associazioni che in passato avevano proposto un evento pionieristico per quei tempi e che riscosse un gradimento pressoché unanime, sia da parte dei visitatori che dalla stampa locale, abbiamo pensato diriproporre un'edizione rinnovata, sia nella formula che nella struttura, di questa manifestazione, con l'intento di valorizzare i prodotti della nostra terra. Ringraziando fin d'ora tutte le associazioni coinvolte nell'evento e, in particolare, la Pro Loco Frentana, vi invitiamo a Montenero per gustare i sapori più autentici del nostro territorio».

A Montenero sono protagonisti anche i cuochi del Molise, Colarusso è presidente provinciale di Isernia, Scarano è presidente provinciale Campobasso, Sallustio è il coordinatore del Dse, Dipartimento Solidarietà Emergenze, con 6 emergenze negli ultimi 20 anni. La cucina è varia nel senso che ci sono 2 strutture che fanno matrimoni, 2 agriturismi e un ristorante dell'alto Molise, di montagna con i suoi ingredienti (tartufi, funghi porcini e tanto altro. Gli agriturismi; Fontemazzocca produce i salumi e il grano Saracolla e senatore cappelli, fa il pane come si faceva una volta. La fonte dei monaci è rinomata per i suoi salumi di produzione propria e la cucina tradizionale Molisana e del Trigno. Lu Carratino è conosciuto per i suoi menù di pesce e per le serate danzanti dove ospita tantissimi appassionati. La fonte dell'Astore è rinomato per i suoi matrimoni, 3 sale, e cucina tradizionale, rivisitata in chiave moderna, ma soprattutto per le sculture di ghiaccio con le quali ha vinto numerosi premi. Il presidente regionale, responsabile, Nicola Iasenza, già responsabile della formazione nazionale del Dse-Fic, ha sulle spalle tutte le emergenze degli ultimi 20 anni, nonché una formazione in enogastronomia eccellente: olio, salumi, formaggi, acque minerali e vino. Continua a fare corsi anche nelle scuole, dove insegna e organizza percorsi, degustazioni di qualsiasi genere nei comuni molisani.