La condanna del Sindaco per il furto del defibrillatore

Attualità
San Salvo giovedì 14 marzo 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Tiziana Magnacca
Tiziana Magnacca © SanSalvoWeb

SAN SALVO. Il furto del defibrillatore presso la pista di atletica Pietro Mennea in via Ripalta, ha lasciato la città attonita. Un tale atto non lesivo degli interessi di tutti, non ha alcuna giustificazione.

Abbiamo contattato al riguardo il sindaco di San Salvo, che così si è espressa, "Mi ha lasciato senza parole l’aver appreso del furto del defibrillatore collocato all’ingresso della pista di atletica “Pietro Mennea”. E’ uno dei sei che il Comune di San Salvo ha fatto installare in diversi punti della Città. Chi lo ha portato via dal suo contenitore ha procurato un enorme danno sociale oltre che economico. La nostra è un’iniziativa etica e sanitaria perché salvare una vita è un atto prezioso: evidentemente chi lo ha rubato nel mostrare scarso senso civico ha deciso di mettere in pericolo la vita degli altri".

Gli altri defibrillatori, sono stati posti in punti sensibili della città, presso complessi sportivi, scuole, proprio perchè fossero facilmente raggiungibili in caso di necessità. Si spera che il controllo sociale possa fungere da deterrente a quanti possano pensare di andare oltre il singolo atto.