L'addio a Pasquale Donatelli: «Rimarrai sempre nei nostri cuori»

ll primo cittadino di Cupello: "Questa tragedia ha colpito tutti noi, la comunità è addoloratissima per questa perdita"

Attualità
San Salvo mercoledì 13 febbraio 2019
di Federico Cosenza
Più informazioni su
Oggi a Cupello l'ultimo saluto a Pasquale Donatelli
Oggi a Cupello l'ultimo saluto a Pasquale Donatelli © Vastoweb

CUPELLO. Si sono svolti questa mattina a Cupello i funerali di Pasquale Donatelli, il 58enne deceduto per una tragica fatalità la notte tra sabato e domenica mentre si trovava nella propria abitazione e che è andata a fuoco a seguito di un rogo improvviso partito con ogni probabilità per via accidentale (LEGGI). Ad officiare la messa, presso la chiesa della Natività Maria Santissima di Cupello, è stato il parroco del posto don Nicola Florio.

La notizia della morte del muratore ha sconvolto la comunità cupellese che si è stretta intorno al dolore dei famigliari e dei parenti dell'uomo. In tanti in paese si chiedono come sia potuta accadere una tragedia simile.

Il 58enne è deceduto per intossicazione da monossido di carbonio e conseguente ustione con carbonizzazione, questo quando stabilito dall'esame autoptico svolto nella mattinata di ieri a Chieti (LEGGI).

Incredulità e tanta tristezza sono i sentimenti che hanno accompagnato l’uscita del feretro verso il cimitero di Monteodorisio, qui la bara è stata allocata presso la cappella di famiglia.

Tra coloro che erano presenti al rito anche il primo cittadino di Cupello, Manuele Marcovecchio, che ha affermato: "Era una persona buona, cara, cordiale, generosa, un amico di tutti e che conoscevo da sempre. Questa tragedia ha colpito tutti noi, la comunità è addoloratissima per questa perdita. Amava la sua comunità, tutti gli volevano molto bene. Per anni abbiamo seguito insieme la Virtus Cupello".

Altri compaesani con dolore e commozione lo hanno ricordato così: "Sei stato una persona umile ed educata, rimarrai per sempre nei nostri cuori".