Al voto, istruzioni e tempi

I seggi saranno aperti dalle ore 7.00 alle ore 23.00, lo spoglio avrà inizio subito dopo

Attualità
San Salvo domenica 10 febbraio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Seggio elettorale
Seggio elettorale © SanSalvoWeb

SAN SALVO. Oggi domenica 10 febbraio si potrà votare nei 20 seggi elettorali dalle 07:00 alle ore 23:00. Sono 16.799 (8.345 uomini e 8.454 donne) i cittadini residenti a San Salvo aventi diritto al voto.

E' utile verificare di essere in possesso della tessera elettorale e che al suo interno vi siano ancora spazi vuoti disponibili per l’apposizione del timbro del seggio, attestante l’avvenuta espressione del voto. In caso di esaurimento degli spazi disponibili, ovvero in caso di deterioramento, smarrimento o furto della tessera elettorale, il rilascio del relativo duplicato può essere richiesto all’Ufficio Elettorale comunale che resterà a disposizione per tutta la durata delle operazioni di votazione, ossia dalle ore 7.00 alle ore 23.00.

Ubicazione seggi elettorali:

Scuola elementare via De Vito: sezioni 1, 2, 3 e 4

Scuola media D’Acquisto: sezioni 5, 6, 7 e 8

Scuola materna via L. Sturzo: sezioni 9, 10 e 19

Scuola elementare via Ripalta: sezioni 11, 12, 13 e 20

Scuola elementare via Verdi: sezioni 14, 15 e 16

Scuola elementare San Salvo Marina: sezioni 17 e 18

COME SI VOTA:

All'elettore verrà consegnata un'unica scheda, il voto può essere espresso in tre modi diversi:

Il voto al solo candidato alla presidenza

Si traccia una croce sul nome del candidato alla presidenza della regione che si troverà già scritto sulla scheda. In questo caso il voto verrà dato solo al candidato e non anche alle liste (o lista) ad esso collegate.

Il voto al candidato alla presidenza e ad una lista a lui collegata

Si traccia una croce sul nome del candidato alla presidenza della regione che si troverà già scritto sulla scheda, e sul simbolo di una lista a lui collegata. Se si esprime la preferenza su più liste, il voto andrà imputato al solo candidato alla presidenza. Se si esprime il proprio voto tracciando una croce solo sul simbolo di una lista, il voto verrà imputato anche al candidato ad essa collegato.

Il voto al candidato alla presidenza e ad una lista a lui collegata e ad uno o due candidati della lista prescelta (di genere diverso)

Si traccia una croce sul nome del candidato alla presidenza della regione che si troverà già scritto sulla scheda, sul simbolo di una lista a lui collegata e si può scrivere il nome del candidato appartenente alla lista prescelta. Si può esprimere una doppia preferenza di genere, un uomo ed una donna appartenenti alla stessa lista. Nel caso in cui si scrivano solo i nomi dei candidati al consiglio regionale, il voto andrà imputato alla lista a cui appartengono e al candidato alla presidenza collegato.

Non si può esprimere il voto disgiunto, ossia votare un candidato alla presidenza ed una lista o candidato a lui non collegato, il voto sarebbe nullo.

Vince il candidato alla presidenza che otterrà il numero maggiore di voti validi.

I seggi sono 31, due dei quali riservati al presidente eletto e al secondo degli eletti alla presidenza. Il territorio è diviso in quattro circoscrizioni, a cui spettano in consiglio regionale n.8 seggi per la circoscrizione di Chieti, n.7 seggi per le circoscrizioni di Teramo, Pescara e l'Aquila. Vengono attribuiti seggi in consiglio regionale, a quel partito che ottenga almeno il 2% dei voti espressi qualora faccia parte di una coalizione, almeno il 4% qualora non ne faccia parte.

La nuova legge elettorale garantisce la governabilità, dando al partito o coalizione vincente il cosiddetto premio di maggioranza garantendo il 60% dei seggi (17).