L'arte di Paolo Dongu sui muri della Pilkington con ″La storia siamo noi″

Il passato e il presente della Pilkington raffigurato dall'arte dell'artista sansalvese

Attualità
San Salvo venerdì 12 ottobre 2018
di La Redazione
Più informazioni su
"La storia siamo noi" di Paolo Dongu © SanSalvoWeb

SAN SALVO. Ieri in Pilkington in occasione del Safety Day, è stato presentato il lavoro dell'artista sansalvese Paolo Dongu, realizzato su uno degli edifici dello stabilimento di Piana Sant'Angelo, dal titolo "La storia siamo noi".

Un murales commissionato dall'azienda per cui Dongu lavora da trent'anni, in cui l'artista riunisce la storia di un'azienda che è anche la storia della città di San Salvo, "Quando mi è stato chiesto di realizzare un lavoro per la parete esterna della nostra mensa aziendale ho iniziato a pensare a cosa avrei potuto rappresentare per raccontare quello che siamo, così è nata “ La Storia siamo Noi” - spiega Paolo Dongu - Nel lavoro possiamo vedere alcuni elementi dello stabilimento che caratterizzano la skyline del nostro territorio, sicuramente le quattro torri dei nostri forni e i serbatoi dell’acqua che ho dipinto nella parte bassa con i vecchi colori e la scritta SIV che vengono coperti dall’alto con una colata di colore verde a raccontare il passaggio fra la vecchia realtà produttiva e la nuova proprietà inglese.

Alla sinistra dell’opera possiamo vedere la boa di segnalazione che indicava in mare il punto in cui usciva la condotta di scarico delle acque di lavorazione, che crea questo ponte di collegamento col mare dal quale fuoriesce il sol levante a testimoniare il legame col Giappone, segue la città nuova, fatta di palazzi cresciuti grazie allo sviluppo economico determinato dallo stabilimento e sostituisce le vecchie casette di paese che volano via.

Spostandoci sulla destra vediamo una donna accovacciata a terra che regge sulle spalle il peso di diverse lastre di vetro, lei rappresenta “la fabbrica” che regge il peso della produzione e rinforza il legame con quella che in veniva chiamata “Mamma SIV”, una figura protettiva che ha permesso al territorio di sollevarsi da una condizione di povertà contadina.

Infine l’ultima figura inserita è il coniglio che esce dal cilindro e rappresenta la capacità delle maestranze di questo territorio di tirare fuori la soluzione nel momento di difficoltà, con semplicità apparente come se fosse una magia, ma che in realtà è frutto di grandi sforzi e capacità".

Un mecenatismo quello della Pilkington, che ha saputo riconoscere il valore artistico di un suo dipendente che ha realizzato un'opera, che rende omaggio al passato e al presente di un'azienda fondamentale per l'economia di un intero territorio.